CORSO DI COUNSELLING

Corso  riconosciuto dalla Federazione nazionale AICO (Associazione Italiana Counselling).
 
Rispondere è cercare la relazione, averne cura.
"La vita è testimonianza di quello che succede: è canto e danza in onore della gloria di Dio, il che vuol dire fare quello che si decide di fare scegliendolo fra i comportamenti che sanno più di sacro. Dovendo comunque fare qualcosa, meglio se sa di sacro. Perché preoccuparsi se comunque si finisce come foglie al vento? Nel senso che il nostro fare non risolve, semplicemente accompagna cantando."

Scarica contenuto pagina in PDF

COS'E' UN COUNSELLOR

Il COUNSELLOR è un operatore d’aiuto alla persona, per le tematiche che hanno a che fare con le relazioni umane, sia di carattere interpersonale (rapporti tra le persone), che di carattere intrapersonali (relazione con se stessi) .

Il Counsellor accoglie, accetta e ascolta il cliente, cercando di comprendere la sua specifica richiesta di aiuto, il suo contesto di riferimento e la sua motivazione;  lavora per creare con lui una relazione "sana" che possa fungere essa stessa da esempio per tutte le sue relazioni; assume per il cliente la funzione di stimolo e supporto allo sviluppo di avvenimenti interni, e non di sostituto di capacità mancanti. In questo senso si afferma che il Counsellor “aiuta la persona ad aiutarsi”.

Per approfondimenti sulla professione di Counsellor scarica PDF

 

STRUTTURA DEL CORSO

 Il corso è triennale e strutturato in moduli mensili, ognuno dedicato ad una propria tematica.

La maggior parte dei moduli prevede lezioni settimanali della durata di tre ore, che si svolgono il mercoledì dalle ore 18:30 alle 21:15 a partire da marzo, presso la sede dell'Associazione.

Alcuni moduli (luglio-novembre) si realizzano con lezioni in week-end dedicati.

Il modulo di agosto consiste in uno stage residenziale artistico di alcuni giorni, condiviso con gli  allievi della scuola d'arte e di arti performative NOW.

Per conseguire il diploma di Counsellor è necessario raggiungere un monte ore di 950, così articolato:

  • 450 ore di formazione teorica e pratica in aula
  • 450 ore di tirocinio e di pratica di counselling
  • 50 ore di percorso di formazione personale

 

COSTO: 130 euro a modulo (da pagarsi mensilmente). Il modulo di agosto ha un costo distinto.

Tessera associativa obbligatoria.

INFO 3483930900 arcobaleno.iglLuccca@gmail.com

 

MODULI - Tematiche

MARZO - EDUCARE ALL' ETICA

Il valore non è mai astratto, vive e si manifesta nell’esperienza concreta. Come il valore estetico guida l’esperienza del bello, il senso etico è indispensabile per guidare e articolare la morale, che altrimenti rischia identificarsi nella tradizione.

Il gusto etico ci permette di accorgerci del vero senso delle situazioni: è un gusto che richiede una cultura specifica, in modo da aiutare le persone ad avere strumenti per difendersi. L’etica si costruisce nella relazione, si costruisce nel lento cammino dell’accorgersi dell’altro, tanto da divenire parte del nostro medesimo io. Il paradigma etico implica di pensare ad una persona come costituita dalla relazione, e dunque implica la relazione come luogo specifico in cui realizzare la propria libertà. Una libertà con l’altro, in cui la persona si assume la responsabilità della presenza altrui.

 

APRILE - EDUCARE ALLA POLITICA: democratizzazione, dialogo delle istanze interne, re-sponsabilità e costruzione di senso

“I diritti non sono ideologia, ma vita vera dei cittadini, delle persone. Dunque politica” M.Serra.

 

MAGGIO - EDUCARE AL CORPO: l'esperienza del confine corporeo come limite, permeabile al contatto.

“…l’eleganza del silenzio. La ricchezza del silenzio.

Silenziosa è la dolcezza manuale, la premura dei gesti, l’intelligenza di Fare. Il nuovo pensiero ricomincia forse da qui, dal gusto minimale di gesti utili e aggraziati e in questa crosta elementare del vivere (dove Eros si anima leggero tra le dita e le cose, portando a compimento la sua prima seduzione) si riflette una Civiltà’ (preconscia, viscerale, sensibile, quella vera, cioè)…..”.

"Guarda, il corpo include ed è il significato,

il problema principale, ed include ed é anima;

chiunque tu sia, quanto è superbo, e divino,

il tuo corpo, e ogni parte di esso!"

Walt Whitman

 

GIUGNO - EDUCARE ALLA PERCEZIONE alternanza tra figura e sfondo.

"…chi non ha un orizzonte è un uomo che non vede abbastanza lontano e perciò sopravvaluta ciò che gli sta più vicino. Avere un orizzonte, invece, significa non essere limitato a ciò che è più vicino, ma saper vedere al di là di questo…."GADAMER ( filosofo tedesco - 1900/2002 )

 

LUGLIO - EDUCARE ALL'ABITARE: tra spazio e alterità, una distanza abitabile

“L'utilità di una brocca consiste nel vuoto nel quale l'acqua può essere versata, e non nella forma o nel materiale di cui è fatta. Il vuoto è onnipotente perchè contiene ogni cosa. Solo nel vuoto il movimento è possibile”.

(K. OKAKURA, Lo zen e la cerimonia del tè, 1997)

 

AGOSTO - EDUCARE ALL'ESTETICA (Residenza artistica)

“La funzione estetica è molto più che un semplice ornamento alla superficie delle cose e del mondo, come a volte si pensa. Agisce profondamente sulla vita della società e dell'individuo, concorre alla guida del rapporto – sia passivo che attivo – dell'individuo e della società con la realtà che li circonda”  Jan Mukarovsky

 

SETTEMBRE - EDUCARE ALLA CIRCOLARITA': tra corrente liberatoria (dionisiaca) e di manifestazione (apollinea); la creativita' come processo.

“..Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso, per compiere i miracoli della Cosa-Una (di una cosa sola). 
Ascende dalla terra al cielo e ridiscende in terra raccogliendo le forze delle cose superiori ed inferiori..” Tabula Smaralgdina.

 

OTTOBRE - EDUCARE ALLA CONFIGURAZIONE: decomporre / empasse / comporre nella ricerca della forma.

“Innumerevoli composizioni e decomposizioni che hanno luogo tra l'intelletto e i suoi mille materiali prima che si arrivi alla trepida, delicata, vibrante percezione della Bellezza” J. Keats

 

NOVEMBRE - EDUCARE AL GIOCO: il clown

Il Clown è uno stato personale che esiste dentro ognuno di noi.

Non c’è nulla da indossare se non il Naso Rosso.

Non è un fare ma un essere, e nell’essere giocare con tutto quello che ci circonda in una condizione di donare sempre.

Alla ricerca della propria naturale voglia di stupirsi ancora e ancora una volta davanti alla disarmante meraviglia di un Naso Rosso. Riscoprire la poesia dell’attimo, dell’attesa, dell’istante prima che avvenga qualcosa. È lì che nasce il Clown, nella capacità di restare anche quando tutti se ne sarebbero voluti già andare. Cavalcare le proprie difficoltà e farle diventare il proprio punto di forza.

 

DICEMBRE - EDUCARE AL RITO: l'arte di ritualizzare e di ripetere; prepararsi...prendere tempo prima di un incontro

Il rito stabilizza elementi sfuggenti e disgregati. Il rito è ripetizione e strumento basilare di ogni coltivazione,e questa è il terreno su cui si impianta la vita. La base biologica del rito sono i processi di ritualizzazione presenti anche nel mondo animale, che hanno una tendenza alla ripetizione dei gesti che aiuta e induce stati d'animo; questa profonda interconnessione tra gesto e stato d'animo è quella che permette di raggiungere tramite il rito, gruppi di persone occasionalmente riunite, una polarizzazione di stati d'animo tali da superare la naturale diffidenza e aggressività verso l'estraneo, fino a considerarlo amico, fratello , compagno.

 

GENNAIO - EDUCARE ALLA NARRAZIONE: per una dialettica tra verità storica e verità narrativa

" solo chi partecipa a molte storie può tramite una storia trovare la sua libertà nei confronti delle altre, trovandosi agli incroci di molteplici interferenze. Chi invece prende parte ad un'unica storia rischia di esserne completamente posseduto fino al punto di soggiacere ad un'atrofia narrativa". ODO MARQUARD ( filosofo tedesco - 1928 )

 

FEBBRAIO - EDUCARE ALLA CURA: identità personale e identità di gruppo

Una comunità etica necessariamente deve essere una comunità che si prende cura. Questa etica della responsabilità o “care”, implica ovvero contiene, l’etimologia di responsabilità come risposta (Buber).